Perugia 1416

Un gruppo di sbandieratori con costumi risalenti al periodo medievale e rinascimentale tiene uno spettacolo durante la rievocazione storica “Perugia1416” al centro di Piazza IV Novembre, la piazza principale di Perugia. Gli sbandieratori sono circondati dalla folla che assiste allo spettacolo. Sulla sinistra della foto si trovano due dei principali monumeti della piazza: la Fontana Maggiore e il Palazzo dei Priori.

Perugia si prepara ad accogliere l'ottava edizione di Perugia 1416, una manifestazione che celebra il periodo storico tra Medioevo e Rinascimento. L'evento si svolgerà dall'8 all'11 giugno 2023 tra le vie centro storico per celebrare la ricorrenza dell'ingresso in città di Braccio Fortebraccio dopo la vittoria della battaglia di Sant'Egidio, avvenuta il 12 luglio 1416.

Un gruppo di sbandieratori con costumi risalenti al periodo medievale e rinascimentale tiene uno spettacolo durante la rievocazione storica “Perugia1416” al centro di Piazza IV Novembre, la piazza principale di Perugia. Gli sbandieratori sono circondati dalla folla che assiste allo spettacolo. Sulla sinistra della foto si trovano due dei principali monumeti della piazza: la Fontana Maggiore e il Palazzo dei Priori.

Alcuni eventi principali della manifestazione

Perugia 1416 si aprirà ufficialmente giovedì 8 giugno alle ore 17 presso la Sala della Vaccara con la conferenza stampa che renderà omaggio al Perugino, in corrispondenza degli ultimi giorni della mostra dedicata all’artista.

L’ingresso notturno a Perugia di Braccio Fortebraccio

Uno dei momenti più suggestivi sarà l'ingresso notturno di Braccio Fortebracci a Perugia, accolto al suono di tamburi dai Consoli dei cinque Rioni ai piedi della scalinata di Palazzo dei Priori, collocato in una Piazza IV Novembre illuminata dalle fiaccole.

Un uomo nei panni di Braccio Fortebraccio scende dalla scalinata principale di Palazzo dei Priori durante la rievocazione storica “Perugia1416”. Ai lati della scalinata e dietro la figura di Braccio si trovano altri uomini e donne tutti con abbigliamento in stile medievale e rinascimentale, in linea con lo spirito rievocativo della manifestazione.

La festa campestre

Tra i tanti eventi che popoleranno queste giornate di festa, venerdì 9 giugno alle ore 21 si svolgerà la festa campestre presso il Complesso Monumentale di San Matteo degli Armeni, che includerà spettacoli teatrali, danze, canti e giochi. Sarà anche organizzata una gara di tiro con l'arco storico; mentre il catering sarà fornito dall'Università dei Sapori e offerto da Promocamera, in collaborazione con Cancelloni e Lungarotti.

Ci saranno molte attività dedicate ai più piccoli, come letture, disegni, giochi, dimostrazioni di living history e artisti di strada. L'atmosfera della Perugia medievale sarà vivace grazie a esibizioni e attività di vario genere, come le passeggiate urbane e i giri in bicicletta per le porte della città durante la mattina di sabato 10 giugno.

Il Corteo Storico e il Palio

Uno degli eventi principali sarà il grande Corteo Storico che si svolgerà domenica 11 giugno. I cinque rioni della città si sfideranno in un corteo allegorico e in diverse competizioni per aggiudicarsi il Palio 2023. Una giuria sarà chiamata ad eleggere il vincitore attenendosi al rispetto di alcuni criteri, come attinenza storica, interpretazione e scenografia sul tema del corteo di quest’anno incentrato sulla donna, il matrimonio, la famiglia e l'emancipazione femminile.

Un corteo di uomini e donne sfila per Corso Vannucci, la via principale di Perugia, in occasione della rievocazione storica “Perugia1416”. Le persone indossano abiti di epoca medievale e rinascimentale e sfilano tra la folla di cittadini e musicisti che accolgono il passaggio del corteo.

Storia e libri alla Rocca Paolina

La Rocca Paolina ospiterà al suo interno la tradizionale "Perugia Folgora", una video installazione immersiva situata stabilmente nella sala del Caminetto. Inoltre, quest’anno ospiterà anche la mostra "Pagine di Medioevo - Mercato librario", con la presenza di case editrici locali e nazionali, le loro pubblicazioni di ispirazione storica e artistica e presentazioni che daranno agli aspiranti scrittori l'opportunità di confrontarsi con gli editori.

Le mostre d’arte dedicate a Perugia 1416

Durante la durata della manifestazione, ci saranno anche numerose mostre che permetteranno ai visitatori di fare un tuffo nel passato, tra cui "L'oro il ferro il sangue. Simbologia e colore della Cavalleria europea da Orlando a Braccio Fortebraccio", curata da Franco Cardini e "Piccolo Medioevo", a cura dell'Unione Modellisti Perugia, e molte altre.

In occasione di Perugia1416, l’artista perugino Massimiliano Donnari (in arte MaMo) ha realizzato Braccio da Montone LV. In quest’opera d’arte, Braccio Fortebraccio è stato raffigurato in chiave contemporanea e alla moda, circondato da sfere di cinque colori diversi che rappresentano i colori dei rioni di Perugia. Allo stesso tempo, le sfere colorate rendono omaggio alla collaborazione dell’artista giapponese Yayoi Kusama che ha utilizzato la stessa rappresentazione grafica in una collezione realizzata in collaborazione con la casa di moda francese Louis Vuitton. L’opera resterà esposta presso la sede della Fondazione Perugia, in Corso Vannucci, 47.

Foto dell’opera d’arte contemporanea realizzata dall’artista perugino MaMo in occasione della rievocazione storica “Perugia 1416”. L’opera raffigura il personaggio storico di Braccio Fortebbracci (Braccio da Montone).