Come muoversi in Umbria

Come muoversi in Umbria?
Questa è una domanda che in molti si fanno e alla quale si ricevono diverse risposte, come diverse sono le inclinazioni di chi risponde.
C’è chi decide di muoversi liberamente in auto per poter raggiungere ogni scorcio sul quale si posano gli occhi, ogni borgo arroccato sulle pendici di un monte.
Alcuni scelgono una dimensione più locale, muovendosi con la rete di bus distribuita sul territorio, che permette di vivere davvero i ritmi di chi abita questi luoghi e utilizza questi mezzi ogni giorno.
Altri vengono ispirati dall’idea di viaggio zaino in spalla in treno, fatto di corse ai binari, di treni persi, di incontri inaspettati ed esperienze inverosimili da raccontare.
In ultimo c’è chi sceglie di vivere la dimensione più naturale e più verde dell’Umbria, non preclusa agli altri, ma che si svela con particolare forza a chi segue in bici i molti percorsi ciclabili che attraversano tutta la regione.
Qualunque sia la vostra inclinazione, l’Umbria saprà abbracciarla regalando esperienze uniche per storia, tradizione, cultura, sapori, il tutto incorniciato da verdi paesaggi e cieli azzurri.
E forse, tornati a casa, vi fermerete a pensare: “Chissà cosa scoprirai la prossima volta muovendomi in…”

Treni e stazioni

Lo scheletro della rete ferroviaria umbra si struttura sulla linea della Ferrovia Centrale Umbra (FCU) e sui binari della Rete Ferroviaria Italiana (RFI).
La prima attraversa l’Umbria da Nord a Sud collegando Terni alla stazione Toscana di San Sepolcro.
La rete della RFI permette di attraversare l’Umbria in tutta la sua estensione da nord a sud con la linea Terontola (AR) - Orte (VT), o spostandosi verso est sulla tratta Terontola (AR) - Foligno. Il collegamento con le Marche sull’asse Orte (VT) - Fabriano (AN) permette di percorrere trasversalmente l’Umbria da Sud-Ovest a Nord-Est.
Da sottolineare è la tratta del Frecciarossa che tocca città come Firenze, Bologna, Milano e Torino. Questo crea un potente e rapido collegamento.
Per ulteriori informazioni ed acquisto biglietti visitare i siti di Trenitalia e Busitalia.

Muoversi in automobile

L’automobile è il mezzo privilegiato per poter scoprire in autonomia ogni segreto e ogni prezioso scorcio che l’Umbria custodisce gelosamente e svela a chi la visita con occhi aperti alla meraviglia.

DA NORD

Dalla Toscana si arriva in Umbria percorrendo la A1 (Autostrada del Sole) e uscendo a Valdichiana si arriva dall’area del Lago Trasimeno.
Dall’Emilia Romagna si entra attraverso la E45, che percorre da Nord a Sud tutta la regione partendo da Città di Castello, attraversando Perugia e passando per Todi fino ad arrivare a Terni.

DA SUD

Provenendo da Roma (SUD) si entra percorrendo la A1 (Autostrada del Sole) e si utilizza l’uscita di Orte per raggiungere la maggior parte delle città, mentre Orvieto ha la sua uscita.
Una comoda superstrada inoltre unisce l’Umbria, da Foligno, alla Costa Adriatica.
La rete di Strade Statali permette poi di spostarsi velocemente attraverso tutta l’Umbria così che risulti possibile attraversarla obliquamente da Gubbio ad Amelia, costeggiando Gualdo Tadino e Assisi, o dal Lago Trasimeno a Norcia, passando per Foligno e Spoleto, in meno di 1:45h.

Aeroporti

Ad appena 12km dal centro di Perugia e 15km da quello di Assisi, sorge l’Aeroporto Internazionale dell’Umbria “San Francesco di Assisi”. Immerso nelle campagne Umbre questo piccolo e comodo aeroporto garantisce, oltre ai voli internazionali, diverse tratte nazionali. In particolare sono frequenti i collegamenti con il Sud Italia.
Per restare sempre aggiornato sulle tratte disponibili visita il sito ufficiale dell’ Aeroporto “San Francesco”.

Autobus

L’Umbria è coperta da una vasta e capillare rete di tratte Bus che collegano le principali città e i piccoli borghi e sono ideali per raggiungere i luoghi non toccati dalla rete ferroviaria.
E’ possibile visionare le tratte e gli orari sul sito di Busitalia, sia per le tratte extraurbane che per quelle urbane.

Minimetrò (Perugia)

Il minimetrò è un mezzo di mobilità alternativa che si sviluppa su 7 fermate tra gli estremi di Pian di Massiano, fornito di un ampio parcheggio gratuito, e del Pincetto, situato a pochi passi dal Centro Storico di Perugia.
Il tracciato si svolge su binari di acciaio che attraversano gallerie sotterranee e passaggi sopraelevati. Le caratteristiche cabine rosse si presentano alle fermate ogni 60 secondi circa e sono capaci di accogliere fino a 50 persone alla volta (capienza ora ridotta per via del Covid). Anche la stazione ferroviaria di Fontivegge è toccata da questo particolare mezzo di trasporto.
Il minimetrò rappresenta un unicum, e con questo mezzo i perugini hanno un rapporto di odio ed amore: un potenziale di grande utilità ma delle scelte, come l’orario dell’ultima corsa disponibile, le 21, che fanno storcere il naso e ne limitano l’utilizzo.

Iscriviti alla nostra Newsletter

Ricevi tutti gli aggiornamenti e promo sui prossimi Tour

Con l’invio acconsento al trattamento dei dati. Consulta la Privacy Policy