Il Lago di Corbara: un bacino idrografico artificiale nel Parco Fluviale del Fiume Tevere

foto panoramica dall’alto del Lago di Corbara. Al centro dell’immagine si trova una parte del lago situato all’interno del Parco Fluviale del Fiume Tevere. Tutto intorno è circondato da bassi rilievi ricoperti di vegetazione. Sparse nella parte bassa della foto, si intravedono i tetti di alcune abitazioni tra i boschi.

Il Lago di Corbara è un bacino artificiale costruito lungo il fiume Tevere all’inizio degli anni ’60 per fornire energia idroelettrica alla zona circostante e per l’irrigazione dei campi. Il Lago prende il nome dalla frazione di Corbara, nel comune di Orvieto, e si estende per circa 13 km2 ed è profondo tra i 30 e i 40 metri.

Un lago circondato da natura ed edifici storici

Il Lago di Corbara nasce da una diga di sbarramento lungo il fiume Tevere di circa 640 metri che ha permesso di incanalare in parte l’acqua del fiume in condotte forzate che alimentano la centrale idroelettrica di San Lorenzo di Baschi.
Prima di immettersi nel lago, le acque del Tevere scorrono tra le dorsali dei Monti Peglia e Croce di Serra, dando origine alle Gole del Forello, tra Todi e Orvieto, uno dei luoghi naturali che costituisce l’area del Parco Fluviale del Tevere insieme al Lago stesso.
Dal Lago è possibile ammirare alcune grotte che si trovano nella zona, come la Grotta Bella o le Grotte della Piana. Inoltre, è una zona ricca di edifici storici, come l’Eremo della Pasquarella, un monastero appartenuto alla Confraternita camaldolese dell’Ordine di San Benedetto nel XI secolo, oppure il Convento francescano di Sant’Angelo di Pantanelli.

foto ravvicinata del muro di contenimento della diga da cui ha origine il lago di Corbata. In basso a destra, dall’alto è raffigurato l’interno del muro di contenimento, con piloni a intervalli regolari che percorrono il muro e poi discendono verso il basso. Sopra il muro, una strada asfaltata lo percorre per tutta la lunghezza e a un lato, a intervalli regolai, ci sono dei lampioni. Sul lato sinistro in basso dell’immagine, dall’alto si vede l’acqua del lago, mentre sullo sfondo ci sono le montagne che circondano il lago. Il cielo è sereno e con delle nubi.

 

Un sito di protezione per la fauna selvatica

Il Lago di Corbara è un importante sito di protezione per la fauna selvatica. La zona circostante è un habitat naturale per molte specie di uccelli acquatici come il cormorano e l'airone. Inoltre, la zona è anche un importante rifugio per molte specie di animali come i daini, i cinghiali e i caprioli.

 

Il Lago di Corbara è l’ideale per gli amanti degli sport in natura

Un paesaggio incontaminato di colline verdi e montagne circonda il Lago di Corbara e lo rende la destinazione ideale per gli amanti della natura e dell'escursionismo. Passeggiando lungo i sentieri segnalati intorno al lago, si può godere di una vista panoramica sulla campagna umbra e sulle catene montuose circostanti. Oltre all'escursionismo, il lago di Corbara è anche una popolare destinazione per la pesca sportiva, essendo pieno di pesci come trote e carpe.

Il lago di Corbara è un luogo che offre molte opportunità agli amanti della natura, della pesca e dell'escursionismo. È una destinazione da prendere in considerazione per trascorrere una giornata all’aria aperta lontano dalla città e rilassarsi sulla piccola spiaggia lungo le sponde del lago.

immagine che raffigura da vicino una vista sul Lago di Corbara. Sul lato sinistro dell’immagine, c’è un’inquadratura ravvicinata dell’acqua del lago. Sul lato destro dell’immagine, un ponte attraversa una sezione del lago per raggiungere una riva ricca di vegetazione. Sullo sfondo, le montagne fanno da contorno al lago sotto un cielo sereno con nubi sparse.